sabato, gennaio 19, 2008

Die Lokomotive

Ormai é piú di un anno che vivo in Cina. Oggi mi sono reso conto che sono proprio fortunato ad essere qui, ad assistere ad un cambiamento epocale, che sta attraversando questa società. Senti l'ottimismo della gente, la voglia di fare, lavorare, divertirsi ed emergere di questo popolo. Percepisci a pelle la loro, seppur alle volte goffa, voglia di aprirsi al mondo. E ne vieni contagiato. Se ne sono accorti anche due miei amici, Simone e Francesco, che ho conosciuto in Vietnam un pó di tempo fa e che sono venuti a trovarmi, dato che erano da queste parti per iniziare pure loro a trarre profitto dalla locomotiva Cina. E poi... Andrea non sta fermo un attimo cercando di buttarsi in ogni business possibile e impossibile, io alle 2.13 di mattina sono ancora davanti al mac a disegnare loghi e motivi e a buttare giú idee. (chiaramente prima siamo stati a farci qualche birretta in una discoteca qui vicino...). Ma ormai non abbiamo piú orari convenzionali. Ed é uno degli aspetti che mi piace di piú della mia (nostra) vita. Si vive ogni giorno in modo diverso...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ammetto che vivere in Cina per quanto riguarda l'aspetto del lavoro, ma soprattutto la positivita' e l'ottimismo nel vedere il futuro e la vita, e' nettemente meglio che in Italia! In Italia sono tutti pessimisti e incazzati con la vita. Si e' persa l'allegria e la voglia di vita che era tipica di noi Italiani, forse per questo c'e' il nuovo fenomeno dell'Emigrazione, che secondo me raggiungera' gli apici dei primi del '900
Tony

Anonimo ha detto...

e poi vuoi mettere la gnocca che non ti manda a fare in culo solo perché lei stai dando un pó di attenzione...

Comitato Viva la Gnocca in Cina e Abbasso quella in Italia.

Maurizio ha detto...

Viva la Cina! Aspettatemi che arrivo!