mercoledì, ottobre 01, 2008

giornata nera

La vita ti mette davanti a degli ostacoli, alle volte. Bisogna farsi forza e guardare avanti. Se non lo si riesce a superare quell’ostacolo, lo si deve aggirare. Cambiando strada alle volte. La vita, fortunatamente non é una corsia obbligata, e la piacevole e rassicurante consuetudine di quella corsia puó alle volte anche essere una gabbia, dalla quale volontariamente non si vuole uscire. Dunque un ostacolo puó essere quell’occasione per cambiare strada.
Oggi hanno espulso il mio caro amico e fratello Alberto dalla Cina, dopo due anni di fatiche spalla a spalla, di esperienze condivise, di lunghe discussioni piú o meno serie. Oggi io ascolto i Soundgarden con “Feels on Black Days”. Ma non é finita qui Berto, questo é sicuro.



2 commenti:

Max ha detto...

Mi dispiace veramente per il tuo amico, purtroppo, come dicevo in un vecchio commento, noi espatriati viviamo in un eterno limbo, sulla lama di un rasoio chiamato visto. L'unica possibilita' per togliere questa lama e' il matrimonio ( purtroppo ce ne sono tantissimi che si sposano solo per poter vivere in paesi affascinanti come la Cina, Giappone ecc ecc cosi' come in qualsiasi altro paese straniero) e tante volte anche lo stesso matrimonio non e' sufficiente a darci delle garanzie di un futuro stabile in paesi " a rischio " a livello governativo-autoritario e di regime. Forza e coraggio !!

pollone ha detto...

No cazzo di sucuro non possiamo farla finire cosi'questa avventura, abbiamo avuto i coglioni quadri fino ad ora,e' solo un periodaccio, passeremo anche questa, ne sono sicuro. Dopotutto finito il temporale arriva il sereno,SEMPRE. Dai stringiamo i denti come siamo soliti a fare....Anche se lontano sono molto vicino a te, a tutti voi, come sempre!! BERTO.