lunedì, maggio 18, 2009

Cambogia - Siem Reap, Angkor Wat, Angkor Thom

La sensazione dall'alto, in fase di atterraggio a Siem Reap, é quella di arrivare in un paese accogliente, gentile. Casette basse con tipici tetti rossi, in contrasto con la verde natura lussureggiante. Un caldo umido ti assale appena si apre lo sportello dell'aereo e un piccolo aeroporto ben curato e nuovo sono il primo contatto, positivo, che si ha con questo paese che poco piú di 30 anni fa scriveva una delle piú aberranti pagine di genocidio nella storia dell'umanità. Ed é la gente stessa che te ne parla, con quel sorriso tipico dell'asiatico per esprimere vergogna o stupore. "Non capisco perché nessuno abbia pagato per le torture, per le uccisioni..." questa la mia guida, un ragazzo di 29 anni, che durante il regime Pol Pot non era ancora nato, ma che ha perso un zio ed una zia, morti ammazzati. A questo proposito vi consiglio di leggere "Fantasmi" di Terzani, che a quel tempo ha seguito gli eventi da corrispondente, rischiando a sua volta la vita.

Siem Reap é una cittadina che vive di turismo, per la sua vicinanza con i siti archeologici di Angkor Wat e Angkor Thom.

Il tempio Angkor Wat fu completato nell'anno 1150; questo tempio in tradizionale architettura khmer, che ora é simbolo della Cambogia e appare anche sulla bandiera nazionale, é di forma rettangolare lungo 1,5km e largo 1,3km. Lo si raggiunge in 10 minuti con un tuk tuk (tipo richout trainato da una motocicletta) da Siem Reap. É una costruzione magnifica, simbolo per il popolo khmer di un glorioso passato. Alla vista delle 5 torri sono rimasto stupefatto, cosí come per le terrazze, le gallerie, le decorazioni intarsiate nella pietra, che raccontano vecchie battaglie contro invasori, di storie mitologiche, di torture, di guerre. Come disse Terzani, quello che é successo negli anni 70 era giá stato scritto centinaia di anni prima nella pietra.

Angkor Thom, nelle immediate vicinanze di Angkor Wat, invece é l'ultima capitale dell'impero Khmer, copre un area di 9km² e al suo interno ha diversi templi e monumenti. Bayon, il tempio piú importante, si trova al centro di Angkor Thom. Le torri raffigurano visi sorridenti e nelle sua mura sono intarsiate altre storie mitologiche.

Durante gli anni di abbandono la natura si é impossessata di questo sito ricoprendo interi edifici con le radici dei suoi alberi.

Vari lavori di restauro sono in corso, Angkor Thom con Angkor Wat é da anni ormai dichiarato patrimonio dell'umanitá da parte dell'UNESCO.










2 commenti:

Anonimo ha detto...

Just want to say what a great blog you got here!
I've been around for quite a lot of time, but finally decided to show my appreciation of your work!

Thumbs up, and keep it going!

Cheers
Christian, iwspo.net

Anonimo ha detto...

Come posso chiedere per maggiori informazioni? Great post bisogno di sapere di più ....